Una cena perfetta !

0 views
|

Poche sere fa ero uscita , ahimè , da maschiaccio per andare ad una cena organizzata da dei colleghi di lavoro .
Ci siamo visti vicini al ristorante , e da li devo dire è venuta fuori una serata simpatica .
Come al solito si è parlato di lavoro , di politica e di tante altre cose .
Alla fine della serata , era rimasto un collega che era venuto senza macchina , da riaccompagnare a casa .
Mi sono offerta , senza secondi fini credetemi , di accompagnarlo io tanto ero di strada .
Il tipo di nome Mario , molto simpatico , ma che all’apparenza sembrava essere troppo etero , quindi non mi diceva nulla .
Lungo la strada , come al solito , abbiamo incontrato puttane e trans , e li Mario , diciamo si è un po’ scoperto .
Delle puttane si era interessato , ma passando vicino le trans si è come acceso .
Io di rimando gli dico “ ti piacciono ? “ , e lui si molto , ci sono stato una volta per farmi fare un pompino ed è stato bellissimo , continuò dicendomi che si fidava della mia riservatezza e si raccomandò di non dire a nessuno di questa sua confidenza .
Lo rassicurai , ed allora s**ttò in me la voglia di scoparmelo .
Gli dissi che anche a me piacevano , e che se voleva potevamo fare una cena da me e vedere qualche filmino ad hoc .
Accettò volentieri , e ci mettemmo d’accordo per la settimana successiva .
Arrivò il giorno , avevo preparato tutto per bene , ed anche una bella sorpresa a Mario .
Stiamo parlando dei primi di aprile di quest’anno .
Era una di quelle poche serate in cui si poteva stare anche fuori sul terrazzo per prendere un aperitivo .
Comunque arriva con una buona bottiglia di vino , i soliti convenevoli e via a cena .
Dopo cena gli dissi se aveva voglia di vedere qualche filmino , e disse si .
La sorpresa fu che misi un filmino dove ero io la protagonista , ma lì per lì non ci fece caso , se ne accorse solo quando si rese conto che il bagno che si vedeva era il mio .
Si girò verso di me e disse tutto rosso in volto , ma cazzo sei tu !
Li pensai o va a buon fine oppure succede un casino .
Invece andò benissimo , mi disse che ero uno schianto e che mai e poi mai si sarebbe immaginato che fossi una travesta .
Gli dissi se aveva voglia di fare qualche cosa , e per tutta risposta si aprì i pantaloni .
Gli dissi di avere 10 minuti di pazienza che volevo andare a sistemarmi , acconsentì ed andai in camera a prepararmi .
Avevo già tutto pronto , non feci altro che togliermi la tuta , sistemarmi l’intimo che avevo sotto , mi misi una vestaglia trasparente nera e naturalmente un paio di scarpe da urlo .
Sandalo nero tacco 16 , con lacci alla caviglia .
Mi misi un po’ di trucco , parrucca e andai in salone .
Mario era con il cazzo in mano che so lo menava e quando mi vide disse , cazzo che puttana da paura che sei .
Lo ringraziai e mi misi seduta vicino a lui prendendogli il cazzo nelle mie mani .
Cominciò a carezzarmi le cosce , e mi fece mettere di lato verso di lui , io in quella posizione quasi chinata gli presi il cazzo in bocca e lui per tutta risposta mi ficcò due dita nel culo .
Da dire che il cazzo di Mario è un cazzo normale come tanti ne ho visti , ma un cazzo è un cazzo quindi anche la sua normalità andava benissimo per me .
Pompando pompando , mi ero tolta la vestaglia e mi chiese se mi poteva leccare , gli dissi in modo entusiastico di si , e cominciò a leccarmi le cosce , le palle il pisello ed il buco del culo , ci sapeva fare il porco .
Gli dissi che volevo essere scopata , lui si alzò e si mise seduto su una sedia e mi disse di salirgli sopra , lo feci e in un attimo avevo il suo cazzo nel culo .
Comincia a muovermi , finchè mi venne lo stimolo di urinare gli dissi che dovevo andare in bagno a fare pipì , mi disse non no stai qui e piscia pure tesoro .
Mentre cavalcavo comincia a pisciare , e gli bagnai tutta la pancia e anche il viso , era la prima volta che lo facevo così e devo dire che la cosa mi piace moltissimo .
Eravamo zuppi di pipì che faceva anche da lubrificante al mio culo ero completamente zuppa di piscia .
Mi disse sto sborrando e mi riempì il culo di sborra che una volta uscita si mescolò alla piscia sulle sue cosce.
Ci andammo a dare una ripulita in bagno , e quando toccò il mio turno ed ero chinata verso il bidet mi sentì di nuovo Mario sopra che me lo stava rimettendo nel culo , alzai allora la gamba appoggiandola al bordo del bidet e così ricominciò a sfondarmi il culo .
Mi riempì il culo di sonore sculacciate e mi disse che voleva continuare a scoparmi sul terrazzo , gli dissi ok e andammo fuori .
Faceva un po’ freddo ed i miei capezzoli si erano inturgididi , e cominciò mettendomi contro il muro a leccarmeli , mi fece alzare una gamba e me lo rimise dentro .
Mi stava scopando attaccata al muro , e mi piaceva da impazzire .
Gli misi la lingua in bocca e cominciai a succhiarla per bene , ed intanto avevo messo le mie gambe intorno alla sua vita e lui mi teneva forte mentre mi scopava .
Andò avanti ancora per una buona mezz’ora , mi scopo con me appoggiata al davanzale del terrazzo , seduti su di un lettino da mare , finchè gli dissi che dovevo sborrare , lui si accucciò davanti a me , e siccome il mio pisellino come al solito rimane sempre bello moscio , lo prese tutto n bocca e sparai una spruzzata enorme , lo bevve tutto fino all’ultima goccia , poi mi disse che doveva sborrare lui e contraccambia il favore .
Lo presi in bocca e spruzzò come un pazzo dimenandosi e dicendo cose incomprensibili .
Ci rilassammo un pochino e rientrammo in casa .
Insomma da che doveva essere un tentativo di scopata , è stata una scopata e anche ben riuscita .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *